Ogni docente e ogni membro del personale ATA deve prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui ricadono gli effetti delle loro azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal dirigente scolastico.


IL PERSONALE DEVE IN PARTICOLARE


a. utilizzare correttamente le attrezzature di lavoro, le sostanze e i preparati pericolosi, i mezzi di trasporto, nonché i dispositivi di sicurezza;
b. utilizzare in modo appropriato i dispositivi di protezione messi a loro disposizione;
c. sottoporsi ai controlli sanitari previsti da norme di legge o comunque disposti dal medico competente;
d. controllare che le vie di fuga siano sempre completamente libere, evitando di riporre
secchi, scope, o qualsiasi altro materiale che possa essere di intralcio alle operazioni di
evacuazione;
e. contribuire, insieme al dirigente scolastico, ai suoi collaboratori, ai responsabili di plesso
e ai responsabili di laboratorio all’adempimento degli obblighi previsti a tutela della salute
e sicurezza sui luoghi di lavoro;
f. osservare le disposizioni e le istruzioni impartite dal dirigente scolastico, dai suoi collaboratori, dai responsabili dei plesso e dai responsabili di laboratorio, ai fini della protezione collettiva ed individuale;
g. segnalare immediatamente al dirigente scolastico, ai suoi collaboratori, ai responsabili di plesso e ai responsabili di laboratorio le deficienze dei mezzi e dei dispositivi di cui alle lettere c) e d), nonché qualsiasi eventuale condizione di pericolo di cui vengano a conoscenza, adoperandosi direttamente, in caso di urgenza, nell’ambito delle proprie competenze e possibilità e fatto salvo l’obbligo di cui alla lettera f) per eliminare o ridurre le situazioni di pericolo grave e incombente, dandone notizia al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza;
h. non rimuovere o modificare senza autorizzazione i dispositivi di sicurezza o di segnalazione o di controllo;
i. non compiere di propria iniziativa operazioni o manovre che non sono di competenza ovvero che possono compromettere la sicurezza propria, degli allievi, di altri lavoratori o di altre persone; j. partecipare ai programmi di formazione e di addestramento organizzati dal datore di lavoro; k. accettare, salvo giustificato motivo, la designazione quali incaricato dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza; l. segnalare in forma scritta al dirigente scolastico, al preposto, al RLS o al RSPP ogni eventuale anomalia, malfunzionamento o altro evento che possa generare rischi;
m. verificare che sugli armadi presenti in classe o sui corridoi non sia accatastato materiale (risme di carta, valigette contenenti materiali didattici) che in caso di scosse sismiche cadrebbe inevitabilmente su chi si trova immediatamente sotto;
n. controllare che in ogni aula i banchi siano disposti in modo da consentire una rapida evacuazione e che il percorso sia sgombro da qualsiasi ostacolo (zaini o altro);
o. non intrattenere i genitori all’entrata o all’uscita, in modo da evitare che si crei un “blocco” al regolare deflusso degli alunni;
p. evitare, all’uscita, il permanere degli alunni sulle scale o nei corridooi, facendoli uscire all’ora prestabilita e non prima. q. comunicare al dirigente scolastico l’eventuale situazione di gravidanza o puerperio al fine dell’attivazione, nel rispetto della privacy, di quanto previsto dalla normativa e dal Documento Valutazione Rischi (dvr);
r. comunicare al dirigente scolastico o al RLS l’eventuale insorgenza di situazioni di mobbing o generanti stress lavoro-correlato al fine dell’attivazione, nel rispetto della privacy, di quanto previsto dalla normativa e dal dvr.

Si ricorda che, ai sensi dell’art. 59 del d.lgs. n.81/2008, i lavoratori sono puniti con l’arresto fino a un mese o con l’ammenda da 200 a 600 euro per il mancato rispetto di quanto indicato alle lettere b), c), d), e), f), g), h), i) e j). I docenti, nell’ambito della propria attività, devono esigere da parte degli allievi il rispetto delle regole previste ed incentivare, anche attraverso i propri comportamenti, l’assunzione di una cultura orientata verso la sicurezza; In particolare, ogni docente è tenuto a:


- istruire gli alunni, relativamente al comportamento da tenere in caso di emergenze e accompagnare gli alunni al punto di raccolta previsto per la classe in caso di evacuazione, seguendo il percorso indicato nel piano esposto e riportando ciò nel registro tra gli argomenti delle lezioni.
- rispettare e far rispettare il divieto di fumare in ogni locale scolastico;
- rispettare e far rispettare il divieto di utilizzazione delle uscite di sicurezza al di fuori delle evacuazioni o al termine delle lezioni;
- vigilare che i banchi siano disposti in modo da consentire una rapida evacuazione dell’aula ed il percorso sia sgombro da qualsiasi ostacolo (zaini od altro) ( la disposizione della classe a ferro di cavallo o con più di due banchi uniti non è corretta);
- garantire durante le attività didattiche che i movimenti avvengano in spazi sufficientemente ampi e sicuri;
- assicurarsi che gli allievi siano a distanza di sicurezza dagli spigoli vivi e dalle vetrate delle finestre e delle librerie;
- prestare attenzione affinché la simultanea apertura delle finestre e della porta, con improvvise correnti d‘aria, non provochi danni agli allievi e al personale tutto;
- intervenire di fronte ad atteggiamenti non rispettosi dell’ambiente scolastico e delle persone;
- verificare che gli allievi si attengano ai comportamenti previsti in caso di emergenza e siano a conoscenza del punto di ritrovo in caso di abbandono dell’edificio;
- dare specifiche istruzioni agli allievi, così come previsto dal piano di emergenza e di evacuazione, evidenziando i rischi intrinseci all’addestramento;
- adoperarsi affinché le vie d‘uscita e le vie per le attrezzature antincendio siano mantenute sgombre da qualsiasi materiale che rechi intralcio o possibilità di caduta al passaggio;
- verificare l‘idoneità degli strumenti utilizzati durante le attività didattiche;
- riportare tra gli argomenti delle lezioni le attività svolte ai fini di prevenzione e sicurezza;
- non lasciare in funzione apparecchi elettrici o elettronici durante i periodi in cui i locali non sono presidiati;
- non usare all’interno dei locali materiali infiammabili, esplodenti, a rischio chimico o biologico, salvo autorizzazione da parte del dirigente scolastico o del responsabile di laboratorio;
- non fare uso di fiamme libere, salvo autorizzazione da parte del dirigente scolastico o del responsabile di laboratorio;  prestare attenzione in caso di pioggia o neve sia all’esterno sia all’interno per evitare cadute;
- prestare attenzione in caso di temperature particolarmente rigide alla presenza di ghiaccio sul pavimento per evitare cadute;  prestare attenzione alla eventuale fortuita presenza di liquidi sul pavimento (in particolare in prossimità delle macchinette erogatrici) per evitare cadute;
- evitare il sollevamento di pesi superiori ai 25 kg se maschi, ai 20 kg se femmine;
- vigilare che gli alunni non utilizzino spazi impropri e che non restino da soli o in posti isolati;
- evitare di restare da soli o in posti isolati.
- Per evitare l’eccessiva sollecitazione delle corde vocali variare la gestione delle attività lavorativa (forme didattiche differenziate ed utilizzo delle tecnologie comunque già presenti in istituto)
- Prestare attenzione nei contatti interpersonali per evitare l’esposizione a rischio biologico.
- verificare che nelle aule siano esposti i piani di evacuazione;

Coordinatori
I docenti coordinatori di classe, le insegnanti di classe prevalenti e le insegnanti di sezione avranno cura di individuare due alunni aprifila, due alunni serrafila da segnalare negli appositi modelli . Gli alunni aprifila vanno individuati negli alunni vicino alla porta di uscita.
Si ringrazia per la collaborazione

Amministrazione Trasparente

amministrazione trasparente

 

Albo on line

albo on line

ISCRIZIONI ONLINE

Infoschool

Scrutinio 10 e Lode

NoiPa

MIUR

USR Campania

USP Avellino

Statistiche

Visite agli articoli
380793

Libera

Progetti

Vai all'inizio della pagina